Adenoide è questo

Tosse

Adenoidi: una malattia abbastanza comune che si presenta con la stessa frequenza di quella di bambine e bambini di età compresa tra 3 e 10 anni (potrebbero esserci piccole deviazioni dalla norma di età). Di norma, i genitori di questi bambini devono spesso "sedersi in ospedale", che di solito diventa la ragione per andare dai medici per un esame più dettagliato. È così che si trova l'adenoidite, perché una diagnosi può essere fatta solo da un otorinolaringoiatra - all'esame di altri specialisti (incluso il pediatra), il problema non è visibile.

Adenoidi: che cos'è?

Le adenoidi sono la tonsilla faringea localizzata nel rinofaringe. Ha una funzione importante - protegge il corpo dalle infezioni. Durante la lotta, i suoi tessuti crescono, e dopo il recupero, normalmente tornano alle loro dimensioni precedenti. Tuttavia, a causa di malattie frequenti e protratte, la tonsilla nasofaringea diventa patologicamente grande, e in questo caso la diagnosi è "ipertrofia adenoidea". Se, inoltre, vi è un'infiammazione, la diagnosi sembra già "adenoidite".

Le adenoidi sono un problema raro negli adulti. Ma i bambini soffrono abbastanza spesso della malattia. Riguarda l'imperfezione del sistema immunitario dei giovani organismi, che nel periodo di penetrazione dell'infezione funziona con maggiore stress.

Cause di adenoidi nei bambini

Le seguenti cause di adenoidi nei bambini sono le più comuni:

  • L'ereditarietà genetica - la predisposizione alle adenoidi viene trasmessa geneticamente e in questo caso è causata da patologie nel dispositivo del sistema endocrino e linfatico (questo è il motivo per cui i bambini con adenoidite spesso hanno problemi associati come ridotta funzionalità tiroidea, sovrappeso, letargia, apatia, ecc.) d.).
  • Gravidanza problematica, nascite difficili - malattie virali trasferite dalla futura gestante nel primo trimestre, assunzione di droghe tossiche e antibiotici durante questo periodo, ipossia fetale, asfissia e trauma durante il parto - tutto questo, secondo i medici, aumenta le possibilità di che al bambino verranno successivamente diagnosticati gli adenoidi.
  • Le caratteristiche di una tenera età - in particolare l'alimentazione di un bambino, i disturbi della dieta, l'abuso di dolci e conservanti e le malattie del bambino - in giovane età tutto ciò influenza anche l'aumento del rischio di adenoidite in futuro.

Inoltre, le probabilità di insorgenza della malattia aumentano le condizioni ambientali avverse, le allergie nella storia del bambino e dei suoi familiari, la debolezza dell'immunità e, di conseguenza, frequenti virus e raffreddori.

Sintomi di adenoidi nei bambini

Al fine di consultare un medico in tempo, quando il trattamento è ancora possibile in modo conservativo senza un'operazione psichica infantile traumatica, è necessario avere una chiara comprensione dei sintomi delle adenoidi. Possono essere come segue:

  • La respirazione difficile è il primo e sicuro segno quando un bambino respira costantemente o molto spesso attraverso la bocca;
  • Un naso che cola che preoccupa costantemente un bambino, e lo scarico è caratterizzato da un carattere sieroso;
  • Il sonno è accompagnato da russare e respiro affannoso, eventualmente soffocamento o attacchi di apnea;
  • Rinite e tosse frequenti (a causa del flusso di scarico sulla parete posteriore);
  • Problemi di udito - otite frequente, deterioramento dell'udito (poiché il tessuto in crescita copre le aperture dei tubi uditivi);
  • La voce cambia: diventa rauco e nasale;
  • Frequenti malattie infiammatorie dell'apparato respiratorio, seni - sinusiti, polmoniti, bronchiti, tonsilliti;
  • Ipossia, che si verifica a causa della carenza di ossigeno dovuta alla respirazione persistente, e in primo luogo il cervello soffre (motivo per cui le adenoidi tra gli scolari causano anche una diminuzione delle prestazioni scolastiche);
  • Patologie nello sviluppo dello scheletro facciale - a causa della bocca costantemente aperta, si forma una specifica faccia "adenoidea": espressione facciale indifferente, morso anormale, allungamento e restringimento della mascella inferiore;
  • Deformità toracica - un lungo decorso della malattia porta all'appiattimento o addirittura alla depressione del torace a causa della piccola profondità di inalazione;
  • Anemia - si verifica in alcuni casi;
  • Segnali dal tratto gastrointestinale - perdita di appetito, diarrea o costipazione.

Tutti gli stati sopra riportati sono segni di adenoidi ipertrofiche. Se sono per qualche motivo infiammati, si verifica l'adenoidite ei suoi sintomi possono essere i seguenti:

  • aumento della temperatura;
  • la debolezza;
  • linfonodi ingrossati.

Diagnosi di adenoidi

Ad oggi, oltre all'esame ENT standard, esistono altri metodi per il riconoscimento delle adenoidi:

  • L'endoscopia è il metodo più sicuro ed efficace per vedere la condizione del rinofaringe sullo schermo di un computer (la condizione è l'assenza di processi infiammatori nel corpo del paziente, altrimenti l'immagine sarà inaffidabile).
  • Radiografia: consente di trarre conclusioni accurate sulla dimensione delle adenoidi, ma presenta degli inconvenienti: carico di radiazioni sul corpo di un piccolo paziente e basso contenuto informativo in presenza di infiammazione nel rinofaringe.

Precedentemente usato e il cosiddetto metodo di ricerca con le dita, ma oggi questo esame molto doloroso non è praticato.

Gradi di adenoidi

I nostri medici distinguono tre gradi della malattia, a seconda delle dimensioni della crescita della tonsilla. In alcuni altri paesi, vi è un adenoidi di grado 4, caratterizzato da una sovrapposizione completa dei passaggi nasali con tessuto connettivo. Lo stadio della malattia ENT determina durante l'ispezione. Ma i risultati più accurati sono la radiografia.

  • 1 grado di adenoidi: in questo stadio di sviluppo della malattia, il tessuto si sovrappone a circa 1/3 della parte posteriore dei passaggi nasali. Il bambino, di regola, non ha problemi di respirazione durante il giorno. Di notte, quando le adenoidi, a causa del sangue che scorre verso di loro, si gonfiano un po ', il paziente può respirare attraverso la bocca, tirando su col naso o russando. Tuttavia, in questa fase, la questione della rimozione non è ancora in corso. Ora le possibilità di affrontare il problema nel modo più conservativo sono le migliori possibili.
  • 1-2 gradi di adenoidi: tale diagnosi viene effettuata quando il tessuto linfoide copre più di 1/3, ma meno della metà della parte posteriore dei passaggi nasali.
  • 2 gradi di adenoidi - adenoidi allo stesso tempo coprono più del 60% del lume del rinofaringe. Il bambino non può più respirare normalmente durante il giorno - la sua bocca è costantemente divisa. I problemi del linguaggio iniziano - diventa illeggibile e appare il nasalismo. Tuttavia, il grado 2 non è considerato un'indicazione per la chirurgia.
  • Adenoidi di grado 3 - in questa fase il lume del rinofaringe è quasi completamente bloccato dal tessuto connettivo troppo cresciuto. Il bambino sta sperimentando un vero tormento, non riesce a respirare attraverso il naso, né di giorno né di notte.

complicazioni

Adenoidi: una malattia che deve essere controllata da un medico. Dopo tutto, l'adozione di dimensioni ipertrofiche, il tessuto linfoide, il cui scopo iniziale è proteggere l'organismo dalle infezioni, può causare serie complicazioni:

  • Problemi di udito - il tessuto troppo cresciuto blocca parzialmente il condotto uditivo.
  • Allergie - adenoidi sono un terreno fertile ideale per batteri e virus, che, a sua volta, crea uno sfondo favorevole per le allergie.
  • Il calo delle prestazioni, l'indebolimento della memoria - tutto questo accade a causa della carenza di ossigeno nel cervello.
  • Sviluppo anomalo del linguaggio - questa complicazione comporta lo sviluppo patologico dovuto alla bocca costantemente aperta dello scheletro facciale, che interferisce con la normale formazione dell'apparato vocale.
  • Otite frequente - le adenoidi bloccano le aperture dei tubi uditivi, che contribuiscono allo sviluppo del processo infiammatorio, aggravate, inoltre, dalla difficoltà di deflusso della secrezione infiammatoria.
  • Raffreddori persistenti e malattie infiammatorie del tratto respiratorio - l'uscita del muco nelle adenoidi è difficile, ristagna e, di conseguenza, si sviluppa l'infezione, che tende a scendere.
  • Bedwetting.

Un bambino con diagnosi di adenoidi non dorme bene. Si sveglia di notte dal soffocamento o dalla paura del soffocamento. Tali pazienti più spesso dei loro coetanei non sono dell'umore giusto. Sono irrequieti, ansiosi e apatici. Pertanto, quando compaiono i primi sospetti delle adenoidi, in nessun caso si dovrebbe posticipare una visita all'otorinolaringoiatra.

Trattamento di adenoidi nei bambini

Esistono due tipi di trattamento della malattia: chirurgica e conservativa. Quando possibile, i medici cercano di evitare l'intervento chirurgico. Ma in alcuni casi non puoi farne a meno.

Il metodo prioritario oggi è ancora un trattamento conservativo, che può includere le seguenti misure in combinazione o separatamente:

  • Terapia farmacologica - l'uso di droghe, prima di usare quale naso deve essere preparato: sciacquarlo accuratamente, pulire il muco.
  • Laser - è un metodo abbastanza efficace per trattare una malattia che aumenta l'immunità locale e riduce il gonfiore e l'infiammazione del tessuto linfoide.
  • Fisioterapia - elettroforesi, UHF, UFO.
  • L'omeopatia è il metodo più sicuro tra quelli conosciuti, ben combinato con il trattamento tradizionale (sebbene l'efficacia del metodo sia molto individuale - aiuta qualcuno bene, debolmente a qualcuno).
  • Climatoterapia: il trattamento in sanatori specializzati non solo inibisce la crescita del tessuto linfoide, ma ha anche un effetto positivo sul corpo del bambino nel suo complesso.
  • Ginnastica respiratoria e un massaggio speciale del viso e del collo.

Tuttavia, sfortunatamente, non è sempre possibile affrontare il problema in modo conservativo. Le indicazioni per l'operazione includono quanto segue:

  • Una grave violazione della respirazione nasale, quando il bambino respira sempre attraverso il naso, e di notte occasionalmente ha apnea (tutto questo è caratteristico delle adenoidi di grado 3 ed è molto pericoloso, perché tutti gli organi soffrono di mancanza di ossigeno);
  • Lo sviluppo di otite media, comportando una diminuzione della funzione uditiva;
  • Patologie maxillo-facciali causate dalla crescita delle adenoidi;
  • La degenerazione del tessuto in una formazione maligna;
  • Più di 4 volte adenoidite all'anno con terapia conservativa.

Tuttavia, ci sono una serie di controindicazioni all'operazione per rimuovere le adenoidi. Questi includono:

  • Malattie gravi del sistema cardiovascolare;
  • Disturbi del sangue;
  • Tutte le malattie infettive (ad esempio, se il bambino era malato di influenza, allora l'operazione può essere eseguita non prima di 2 mesi dopo il recupero);
  • Asma bronchiale;
  • Gravi reazioni allergiche.

Quindi, l'operazione per rimuovere le adenoidi (adenoectomia) viene eseguita solo a condizione di piena salute del bambino, dopo aver eliminato i minimi segni di infiammazione. L'anestesia è richiesta - locale o generale. Dovrebbe essere chiaro che l'operazione è una sorta di indebolimento del sistema immunitario di un piccolo paziente. Pertanto, per lungo tempo dopo l'intervento, dovrebbe essere protetto dalle malattie infiammatorie. Il periodo postoperatorio è necessariamente accompagnato dalla terapia farmacologica, altrimenti c'è il rischio di ricrescita del tessuto.

Molti genitori, anche con indicazioni dirette per adenoectomia, non sono d'accordo sull'operazione. Motivano la loro decisione dal fatto che la rimozione delle adenoidi indebolisce irrimediabilmente l'immunità del loro bambino. Ma questo non è completamente vero. Sì, per la prima volta dopo l'intervento, le forze protettive saranno significativamente indebolite. Ma dopo 2-3 mesi tutto tornerà alla normalità - le altre tonsille assumeranno le funzioni delle adenoidi remote.

La vita di un bambino con adenoidi ha le sue caratteristiche. Ha bisogno di visitare il medico ENT di volta in volta, più spesso di altri bambini per fare il bagno nasale, evitare malattie catarrali e infiammatorie, prestare particolare attenzione al rafforzamento del sistema immunitario. La buona notizia è che il problema potrebbe scomparire all'età di 13-14 anni. Con l'età, il tessuto linfoide viene gradualmente sostituito dal tessuto connettivo e la respirazione nasale viene ripristinata. Ma questo non significa che tutto possa essere lasciato al caso, perché se non guarisci e controlli le adenoidi, non sarai costretto ad aspettare complicazioni gravi e spesso irreversibili.

Adenoidi. Cause, sintomi, diagnosi e trattamento

Cosa sono le adenoidi?

Le adenoidi (crescite adenoidi, vegetazioni) sono chiamate tonsilla nasofaringea eccessivamente ingrandita - un organo immunitario localizzato nel rinofaringe e che svolge determinate funzioni protettive. Questa malattia si verifica in quasi la metà dei bambini di età compresa tra 3 e 15 anni, che è associata a caratteristiche legate all'età dello sviluppo del sistema immunitario. Le adenoidi negli adulti sono meno comuni e di solito sono il risultato di un'esposizione prolungata a fattori ambientali avversi.

In condizioni normali, la tonsilla faringea è rappresentata da diverse pieghe del tessuto linfoide che sporgono al di sopra della superficie della membrana mucosa della parete posteriore faringea. Fa parte del cosiddetto anello linfatico faringeo, rappresentato da diverse ghiandole immunitarie. Queste ghiandole consistono principalmente di linfociti - cellule immunocompetenti coinvolte nella regolazione e mantenimento dell'immunità, cioè la capacità del corpo di difendersi dagli effetti di batteri, virus e altri microrganismi estranei.

L'anello linfatico faringeo è formato da:

  • Tonsilla rinofaringea (faringea). Tonsilla spaiata, situata nella mucosa della parte posteriore superiore della faringe.
  • Tonsilla linguale Disaccoppiati, situati nella membrana mucosa della radice della lingua.
  • Due tonsille palatine. Queste tonsille sono piuttosto grandi, situate nella cavità orale ai lati dell'ingresso alla gola.
  • Due tonsille a tubo. Situato nelle pareti laterali della faringe, vicino alle aperture dei tubi uditivi. Il tubo uditivo è un canale stretto che collega la cavità timpanica (orecchio medio) alla faringe. La cavità timpanica contiene ossicini uditivi (incudine, martello e staffa), che sono collegati al timpano. Forniscono la percezione e l'amplificazione delle onde sonore. La funzione fisiologica del tubo uditivo è l'equalizzazione della pressione tra la cavità timpanica e l'atmosfera, che è necessaria per la normale percezione dei suoni. Il ruolo delle tonsille tubal in questo caso è quello di impedire che l'infezione penetri nel tubo uditivo e poi nell'orecchio medio.
Durante l'inalazione con l'aria, una persona inala molti diversi microrganismi che sono costantemente presenti nell'atmosfera. La funzione principale della tonsilla nasofaringea è impedire l'ingresso di questi batteri nel corpo. L'aria inspirata attraverso il naso passa attraverso il nasofaringe (dove si trovano le tonsille nasofaringee e tubulari), mentre i microrganismi estranei sono in contatto con il tessuto linfoide. Quando i linfociti entrano in contatto con un agente estraneo, viene lanciato un complesso di reazioni di difesa locali, volte a neutralizzarlo. I linfociti iniziano a dividersi duramente (moltiplica), il che provoca un aumento della dimensione delle tonsille.

Oltre all'azione antimicrobica locale, il tessuto linfoide dell'anello faringeo svolge anche altre funzioni. In questa zona, si verifica il contatto primario del sistema immunitario con microrganismi estranei, dopo di che le cellule linfoidi trasferiscono informazioni su di loro ad altri tessuti immunitari del corpo, preparando il sistema immunitario per la protezione.

Cause di adenoidi

In condizioni normali, la gravità delle risposte immunitarie locali è limitata, quindi dopo aver eliminato la fonte di infezione, rallenta il processo di divisione dei linfociti nella tonsilla faringea. Tuttavia, in violazione della regolazione dell'attività del sistema immunitario o nell'esposizione cronica e prolungata a microrganismi patogeni, i processi descritti sono fuori controllo, il che porta ad una crescita eccessiva (ipertrofia) del tessuto linfoide. Vale la pena notare che le proprietà protettive della tonsilla ipertrofica sono significativamente ridotte, con il risultato che esso stesso può essere popolato da microrganismi patogeni, cioè diventare una fonte di infezione cronica.

La causa dell'aumento delle tonsille rinofaringee può essere:

  • Caratteristiche dell'età del corpo del bambino. A contatto con ciascun microrganismo alieno, il sistema immunitario produce anticorpi specifici contro di esso, che possono circolare nel corpo per un lungo periodo di tempo. Quando un bambino cresce (specialmente dopo 3 anni, quando i bambini iniziano a frequentare gli asili e rimangono in luoghi affollati), il loro sistema immunitario è in contatto con sempre più nuovi microrganismi, che possono portare all'iperattività del sistema immunitario e allo sviluppo delle adenoidi. In alcuni bambini, un aumento delle tonsille può essere asintomatico fino all'età adulta, mentre in altri casi possono svilupparsi disturbi respiratori e possono comparire altri sintomi della malattia.
  • Malformazioni congenite. Nel processo di formazione di organi nel periodo prenatale, possono verificarsi vari disturbi che possono essere innescati da fattori ambientali (ad esempio, aria inquinata, alta radiazione di fondo), traumi o malattie croniche della madre, alcol o abuso di droghe (da parte della madre o del padre del bambino). Il risultato potrebbe essere un aumento innato della tonsilla nasofaringea. Anche la predisposizione genetica alle adenoidi non è esclusa, ma non ci sono dati specifici che confermino questo fatto.
  • Malattie infettive frequenti Malattie croniche o spesso ricorrenti (re-aggravate) delle vie respiratorie superiori (mal di gola, faringite, bronchite) possono portare a una disregolazione del processo infiammatorio nell'anello linfoide della faringe, con conseguente aumento della tonsilla rinofaringea e comparsa di adenoidi. Un particolare rischio a questo riguardo sono le malattie respiratorie virali acute (ARVI), cioè i raffreddori, l'influenza.
  • Malattie allergiche. I meccanismi di infiammazione durante l'infezione e lo sviluppo di reazioni allergiche sono molto simili. Inoltre, il sistema immunitario di un bambino allergico è inizialmente predisposto a reazioni più pronunciate in risposta alla penetrazione di infezione nel corpo, che può anche contribuire all'ipertrofia della tonsilla faringea.
  • Fattori ambientali dannosi Se un bambino respira aria inquinata da polvere o composti chimici dannosi per un lungo periodo, ciò può portare a infiammazioni non infettive delle formazioni linfoidi del rinofaringe e alla crescita delle adenoidi.

Sintomi di adenoidi

Violazione della respirazione nasale nelle adenoidi

È uno dei primi sintomi che compaiono in un bambino con adenoidi. La causa dell'insufficienza respiratoria in questo caso è un aumento eccessivo delle adenoidi, che sporgono nel rinofaringe e impediscono il passaggio di aria inspirata ed espirata. È caratteristico che solo la respirazione adenalica è disturbata nelle adenoidi, mentre la respirazione attraverso la bocca non soffre.

La natura e il grado di insufficienza respiratoria sono determinati dalla dimensione della tonsilla ipertrofica (ingrandita). A causa della mancanza d'aria, i bambini dormono male di notte, russano e tirano su col naso mentre dormono, spesso si svegliano. Durante la veglia, spesso respirano attraverso la bocca, che è costantemente socchiusa. Un bambino potrebbe non udire parlare, cappio, "parlare nel naso".

Con il progredire della malattia, la respirazione del bambino diventa più difficile, le sue condizioni generali peggiorano. A causa della carenza di ossigeno e del sonno inadeguato, può verificarsi un ritardo pronunciato nello sviluppo mentale e fisico.

Naso che cola con adenoidi

Più della metà dei bambini con adenoidi ha una secrezione mucosa regolare dal naso. La ragione di ciò è l'eccessiva attività degli organi immunitari del rinofaringe (in particolare, la tonsilla nasofaringea), nonché il processo infiammatorio in progressione costante in essi. Ciò porta ad un aumento dell'attività delle cellule caliciformi della mucosa nasale (queste cellule sono responsabili della produzione di muco), che causa la comparsa di una rinite.

Tali bambini sono costantemente costretti a portare un fazzoletto o tovaglioli. Nel tempo, i danni alla pelle (arrossamento, prurito) associati all'effetto aggressivo del muco secreto (il muco nasale contiene sostanze speciali, la cui principale funzione è la distruzione e distruzione di microrganismi patogeni che penetrano nel naso) possono essere osservati nelle pieghe naso-labiali.

Tosse con adenoidi

Compromissione dell'udito in adenoidi

La menomazione dell'udito è associata a una crescita eccessiva della tonsilla nasofaringea, che in alcuni casi può raggiungere dimensioni enormi e bloccare letteralmente le aperture interne (faringee) dei tubi uditivi. In questo caso, diventa impossibile equalizzare la pressione tra la cavità timpanica e l'atmosfera. L'aria dalla cavità timpanica viene gradualmente assorbita, a seguito della quale viene disturbata la mobilità del timpano, che causa la perdita dell'udito.

Se le adenoidi si sovrappongono al lume di un solo tubo uditivo, ci sarà una diminuzione dell'udito sul lato interessato. Se entrambi i tubi sono bloccati, l'udito sarà disturbato da entrambi i lati. Nelle fasi iniziali della malattia, la perdita dell'udito può essere temporanea, associata a gonfiore della membrana mucosa del rinofaringe e tonsilla faringea in varie malattie infettive di quest'area. Dopo che l'infiammazione si è attenuata, l'edema tissutale diminuisce, il lume del tubo uditivo viene rilasciato e l'ipoacusia scompare. Nelle fasi successive, le vegetazioni adenoidali possono raggiungere dimensioni enormi e bloccare completamente i lumi dei tubi uditivi, il che porterà a una diminuzione permanente dell'udito.

Temperatura con adenoidi

Deformità del viso nelle adenoidi

Se le adenoidi di 2-3 gradi non sono trattate (quando la respirazione nasale è praticamente impossibile), la respirazione prolungata attraverso la bocca porta allo sviluppo di alcuni cambiamenti nello scheletro facciale, cioè si forma una cosiddetta "faccia adenoidea".

La "faccia adenoide" è caratterizzata da:

  • Metà bocca aperta. A causa della difficoltà nella respirazione nasale, il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca. Se questa condizione dura abbastanza a lungo, può diventare abituale, a causa della quale, anche dopo la rimozione delle adenoidi, il bambino respirerà ancora attraverso la bocca. La correzione di questa condizione richiede un lungo e scrupoloso lavoro con il bambino sia dai medici che dai genitori.
  • Sagging e mascella inferiore allungata. A causa del fatto che la bocca del bambino è costantemente aperta, la mascella inferiore viene gradualmente estesa e allungata, causando una violazione del morso. Nel corso del tempo, si verificano alcune deformazioni nell'articolazione temporo-mandibolare, a seguito delle quali possono formarsi le contratture (fusione).
  • Deformazione del palato duro. Si verifica a causa della mancanza di normale respirazione nasale. Un palato duro è alto, può essere sviluppato in modo errato, il che, a sua volta, porta ad una crescita e al posizionamento scorretti dei denti.
  • Espressione facciale indifferente Con un lungo decorso della malattia (mesi, anni), il processo di consegna dell'ossigeno ai tessuti, in particolare al cervello, è significativamente disturbato. Ciò può portare a un ritardo pronunciato del bambino nello sviluppo mentale, nella memoria alterata, nell'attività mentale ed emotiva.
È importante ricordare che i cambiamenti descritti si verificano solo con un lungo decorso della malattia. La rimozione tempestiva delle adenoidi porterà alla normalizzazione della respirazione nasale e previene i cambiamenti nello scheletro facciale.

Diagnosi di adenoidi

Quando compaiono uno o più dei suddetti sintomi, si consiglia di contattare un otorinolaringoiatra (medico ORL), che condurrà una diagnosi approfondita e farà una diagnosi accurata.

Per la diagnosi di adenoidi utilizzati:

  • Indietro rinoscopia. Un semplice studio che consente di valutare visivamente il grado di aumento della tonsilla faringea. Viene eseguita utilizzando un piccolo specchio, che viene inserito dal medico attraverso la bocca nella gola. Lo studio è indolore, quindi può essere eseguito su tutti i bambini e non ha praticamente controindicazioni.
  • Studio delle dita del rinofaringe. Anche uno studio abbastanza informativo, che permette di toccare determinare il grado di tonsille allargate. Prima dell'esame, il medico indossa i guanti sterili e diventa sul lato del bambino, dopo di che preme la guancia sinistra con la mano sinistra (per evitare la chiusura della mascella e il trauma), e l'indice della mano destra esamina rapidamente le adenoidi, i choan e il dorso del nasofaringe.
  • Studi radiografici. La radiografia semplice nella proiezione frontale e laterale consente di determinare le adenoidi che hanno raggiunto grandi dimensioni. A volte ai pazienti viene assegnata la tomografia computerizzata, che consente una valutazione più dettagliata della natura dei cambiamenti nella tonsilla faringea, il grado di sovrapposizione di choan e altri cambiamenti.
  • Esame endoscopico L'esame endoscopico del rinofaringe può fornire informazioni abbastanza dettagliate. La sua essenza sta nell'introduzione di un endoscopio (uno speciale tubo flessibile, all'estremità di cui è fissata una videocamera) nel nasofaringe attraverso il naso (rinoscopia endoscopica) o attraverso la bocca (epifaringoscopia endoscopica), e i dati dalla telecamera vengono trasmessi al monitor. Ciò consente di esplorare visivamente le adenoidi, per valutare il grado di pervietà della joan e delle valvole uditive. Per prevenire spiacevoli sensazioni o vomito riflesso, 10-15 minuti prima dell'inizio dello studio, la mucosa faringea viene trattata con uno spray anestetico, una sostanza che riduce la sensibilità delle terminazioni nervose (ad esempio lidocaina o novocaina).
  • Audiometria. Consente di identificare la perdita dell'udito nei bambini con adenoidi. L'essenza della procedura è la seguente: il bambino si siede su una sedia e mette le cuffie, dopodiché il medico inizia ad attivare le registrazioni sonore di una certa intensità (il suono viene trasmesso prima a un orecchio, poi all'altro). Quando il bambino sente un suono, dovrebbe dare un segnale.
  • Test di laboratorio Non sono richiesti test di laboratorio per adenoidi, in quanto non consentono di confermare o negare la diagnosi. Allo stesso tempo, l'esame batteriologico (seminando un tampone nasofaringeo sui mezzi nutritivi per identificare i batteri) a volte consente di determinare la causa della malattia e prescrivere un trattamento adeguato. Le variazioni del numero totale dei globuli rossi (un aumento delle concentrazioni di leucociti superiore a 9 x 10 9 / le un aumento della velocità di eritrosedimentazione (ESR) superiore a 10-15 mm all'ora) possono indicare la presenza di un processo infiammatorio infettivo nel corpo.

Il grado di aumento delle adenoidi

A seconda delle dimensioni delle vegetazioni adenoide, ci sono:

  • Adenoidi 1 grado. Clinicamente, questo stadio potrebbe non manifestarsi. Durante il giorno, il bambino respira liberamente attraverso il naso, tuttavia, di notte, ci può essere una violazione della respirazione nasale, russare e risvegli occasionali. Questo perché di notte la membrana mucosa del nasopharynx si gonfia leggermente, il che porta ad un aumento delle dimensioni delle adenoidi. Nello studio del rinofaringe si possono determinare crescite adenoide di piccole dimensioni, coprendo fino al 30 - 35% del vomere (l'osso coinvolto nella formazione del setto nasale), bloccando leggermente il lume della joan (fori che collegano la cavità nasale con il rinofaringe).
  • Adenoidi 2 gradi. In questo caso, le adenoidi crescono nella misura in cui coprono più della metà del dispositivo di apertura, che già influisce sulla capacità del bambino di respirare attraverso il naso. La respirazione nasale è difficile, ma comunque salvata. Il bambino respira spesso attraverso la bocca (di solito dopo uno sforzo fisico, un sovraccarico emotivo). Di notte, c'è un forte russare, frequenti risvegli. Scariche nasali mucose abbondanti, tosse e altri sintomi possono comparire in questa fase, ma i segni di carenza cronica di ossigeno sono estremamente rari.
  • Adenoidi 3 gradi. Con la malattia di grado 3, la tonsilla faringea ipertrofica blocca completamente le choanas, rendendo impossibile la respirazione nasale. Tutti i sintomi di cui sopra sono fortemente pronunciati. I sintomi della carenza di ossigeno appaiono e il progresso, le deformazioni dello scheletro facciale, il ritardo di un bambino nello sviluppo mentale e fisico e così via possono apparire.

Trattamento delle adenoidi senza chirurgia

La scelta del metodo di trattamento dipende non solo dalle dimensioni delle adenoidi e dalla durata della malattia, ma anche dalla gravità delle manifestazioni cliniche. Allo stesso tempo, vale la pena notare che le misure esclusivamente conservative sono efficaci solo con il 1 ° grado della malattia, mentre le adenoidi dei 2-3 gradi sono un'indicazione per la loro rimozione.

Farmaco di adenoidi

L'obiettivo della terapia farmacologica è eliminare le cause della malattia e prevenire un ulteriore aumento della tonsilla faringea. A questo scopo, possono essere usati farmaci di diversi gruppi farmacologici, che possiedono sia effetti locali che sistemici.

Trattamento farmacologico delle adenoidi

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e somministrazione

Gli antibiotici sono prescritti solo in presenza di manifestazioni sistemiche di un'infezione batterica o nell'isolamento di batteri patogeni dalla mucosa nasofaringea e dalle adenoidi. Questi farmaci hanno un effetto dannoso sui microrganismi estranei, allo stesso tempo, praticamente, senza intaccare le cellule del corpo umano.

  • Per i bambini, da 10 a 25 mg per chilogrammo di peso corporeo (mg / kg) da 3 a 4 volte al giorno.
  • Adulti - 750 mg 3 volte al giorno (per via endovenosa o intramuscolare).
  • Bambini - 12 mg / kg 3 volte un colpo.
  • Adulti - su 250 - 500 mg 2 - 3 volte al giorno.
  • Bambini - 10 - 15 mg / kg 2 - 3 volte al giorno.
  • Adulti - su 500 - 1000 mg 2 - 4 volte al giorno.

L'istamina è una sostanza biologicamente attiva che ha una serie di effetti a livello di vari tessuti nel corpo. La progressione del processo infiammatorio nella tonsilla faringea porta ad un aumento della concentrazione di istamina nei suoi tessuti, che si manifesta con l'espansione dei vasi sanguigni e il rilascio di sangue liquido nello spazio intercellulare, edema e iperemia (arrossamento) della mucosa faringea.

Gli antistaminici bloccano gli effetti negativi dell'istamina, eliminando alcune manifestazioni cliniche della malattia.

Dentro, bevendo un bicchiere pieno di acqua tiepida.

  • Bambini fino a 6 anni - 2,5 mg due volte al giorno.
  • Adulti - 5 mg due volte al giorno.
  • Bambini sotto i 6 anni - 0,5 mg 1 - 2 volte al giorno.
  • Adulti - 1 mg 2 volte al giorno.
  • Bambini sotto i 12 anni - 5 mg 1 volta al giorno.
  • Adulti: 10 mg 1 volta al giorno.

Questi farmaci contengono varie vitamine che sono necessarie per la crescita normale del bambino, così come per il corretto funzionamento di tutti i sistemi del suo corpo.

Quando le adenoidi sono di particolare importanza:

  • Vitamine del gruppo B - regolano i processi metabolici, il sistema nervoso, l'emopoiesi e così via.
  • Vitamina C - aumenta l'attività non specifica del sistema immunitario.
  • La vitamina E è necessaria per il normale funzionamento del sistema nervoso e immunitario.

È importante ricordare che i multivitaminici sono farmaci il cui uso incontrollato o scorretto può causare una serie di reazioni avverse.

Dentro 1 capsula al giorno per 1 mese, dopo di che si dovrebbe fare una pausa per 3 o 4 mesi.

All'interno 1 compressa 1 volta al giorno. Non raccomandato per bambini sotto i 12 anni.

  • Adulti: da 1 a 2 compresse 1 volta al giorno (al mattino o a pranzo).
  • Bambini: mezza compressa 1 volta al giorno alla stessa ora.

Questo farmaco ha la capacità di aumentare le funzioni protettive non specifiche del sistema immunitario del bambino, riducendo così la probabilità di infezioni ripetute con infezioni batteriche e virali.

Le compresse devono essere assorbite ogni 4 o 8 ore. Il corso del trattamento è di 10 - 20 giorni.

Gocce di naso e spray per adenoidi

L'uso topico di droghe è parte integrante del trattamento conservativo delle adenoidi. L'uso di gocce e spray garantisce l'erogazione di farmaci direttamente sulla membrana mucosa del rinofaringe e l'ingrossamento della tonsilla faringea, che consente di ottenere il massimo effetto terapeutico.

Trattamento farmacologico locale delle adenoidi

Il meccanismo dell'azione terapeutica

Dosaggio e somministrazione

Questi spray contengono preparazioni ormonali con un marcato effetto anti-infiammatorio. Ridurre il gonfiore dei tessuti, ridurre l'intensità della formazione di muco e interrompere ulteriormente l'adenoide.

  • Bambini da 6 a 12 anni - 1 dose (1 iniezione) in ogni passaggio nasale 1 volta al giorno.
  • Adulti e bambini sopra i 12 anni - da 1 a 2 iniezioni 1 volta al giorno.

Il farmaco contiene proteine ​​d'argento, che ha azione anti-infiammatoria e antibatterica.

Le gocce di naso vanno applicate 3 volte al giorno per 1 settimana.

  • I bambini sotto i 6 anni - 1 goccia in ogni passaggio nasale.
  • Bambini sopra i 6 anni e adulti - 2 - 3 gocce in ogni passaggio nasale.

Contiene componenti vegetali, animali e minerali con effetti anti-infiammatori e anti-allergici.

  • Bambini fino a 6 anni - 1 iniezione in ogni passaggio nasale 2 - 4 volte al giorno.
  • Bambini di età superiore a 6 anni e adulti - 2 iniezioni in ciascun passaggio nasale 4 - 5 volte al giorno.

Se applicato localmente, ha effetti antibatterici, antinfiammatori e vasocostrittori e stimola anche il sistema immunitario.

Instillare da 2 a 3 gocce in ciascun passaggio nasale 3 volte al giorno per 4-6 settimane. Il corso del trattamento può essere ripetuto in un mese.

Quando applicato localmente, questo farmaco provoca un restringimento dei vasi sanguigni della mucosa nasale e nasofaringe, che porta ad una diminuzione del gonfiore dei tessuti e sollievo della respirazione nasale.

Spray o gocce nel naso vengono introdotti in ogni passaggio nasale 3 volte al giorno (il dosaggio è determinato dalla forma di rilascio).

La durata del trattamento non deve superare i 7-10 giorni, in quanto ciò può portare allo sviluppo di reazioni avverse (ad esempio, alla rinite ipertrofica - crescita patologica della mucosa nasale).

Lavaggio nasale con adenoidi

Gli effetti positivi del lavaggio nasale sono:

  • Rimozione meccanica di muco e patogeni dalla superficie del rinofaringe e delle adenoidi.
  • Effetto antimicrobico esercitato da soluzioni saline.
  • Effetto anti-infiammatorio
  • Azione antiedematosa.
Le forme farmaceutiche di soluzioni per il lavaggio sono prodotte in contenitori speciali con una punta lunga, che viene introdotta nei passaggi nasali. Quando si usano soluzioni domestiche (1 - 2 cucchiaini di sale per 1 tazza di acqua bollita calda), si può usare una siringa o una semplice siringa per 10-20 ml.

Puoi sciacquare il naso in uno dei seguenti modi:

  • Piegare la testa in modo tale che un passaggio nasale sia più alto dell'altro. Nella narice a monte immettere alcuni millilitri di soluzione, che dovrebbero fluire attraverso la narice a valle. Ripeti la procedura 3 - 5 volte.
  • Getta indietro la testa e inserisci 5-10 ml di soluzione in un passaggio nasale, mentre trattieni il respiro. Dopo 5 - 15 secondi, inclinare la testa verso il basso e far defluire la soluzione, quindi ripetere la procedura 3 - 5 volte.
Risciacquare il naso dovrebbe essere eseguita 1 - 2 volte al giorno. Non utilizzare soluzioni saline troppo concentrate, poiché ciò potrebbe causare danni alla mucosa nasale, al nasofaringe, al tratto respiratorio e alle valvole uditive.

Inalazione con adenoidi

L'inalazione è un metodo semplice ed efficace che consente di somministrare il farmaco direttamente sul luogo del suo impatto (alla mucosa del rinofaringe e alle adenoidi). Per inalazione possono essere utilizzati dispositivi speciali o mezzi improvvisati.

In presenza di adenoidi, si consiglia di applicare:

  • Inalazione secca Per fare questo, è possibile utilizzare olio di abete, eucalipto, menta piperita, 2 - 3 gocce di cui dovrebbe essere applicato a un fazzoletto pulito e consentire al bambino di respirare attraverso di esso per 3-5 minuti.
  • Inalazione umida. In questo caso, il bambino deve respirare vapore contenente particelle di sostanze medicinali. Gli stessi oli (5-10 gocce) possono essere aggiunti all'acqua appena bollita, dopo di che il bambino deve sporgersi sopra il serbatoio dell'acqua e respirare vapore per 5-10 minuti.
  • Inalazioni saline. In 500 ml di acqua, aggiungere 2 cucchiaini di sale. Portare la soluzione a ebollizione, togliere dal fuoco e respirare vapore per 5-7 minuti. Nella soluzione è anche possibile aggiungere da 1 a 2 gocce di oli essenziali.
  • Inalazione con nebulizzatore Un nebulizzatore è uno speciale nebulizzatore che contiene una soluzione acquosa di olio medicato. Il farmaco la disperde in piccole particelle che penetrano nel naso del paziente attraverso il tubo, irrigando le mucose e penetrando in punti difficili da raggiungere.
Gli effetti positivi dell'inalazione sono:
  • idratazione della mucosa (ad eccezione delle inalazioni secche);
  • miglioramento della circolazione sanguigna nella mucosa del rinofaringe;
  • ridurre la quantità di secrezioni mucose;
  • aumentare le proprietà protettive locali della mucosa;
  • effetto anti-infiammatorio;
  • azione antiedematosa;
  • azione antibatterica.

Fisioterapia per adenoidi

L'impatto dell'energia fisica sulla mucosa consente di aumentare le sue proprietà protettive non specifiche, ridurre la gravità dell'infiammazione, eliminare alcuni sintomi e rallentare la progressione della malattia.

Quando vengono assegnati adenoidi:

  • Irradiazione ultravioletta (UV). Per l'irradiazione delle membrane mucose del naso, viene utilizzato un apparecchio speciale, la cui estremità lunga viene inserita alternativamente nei passaggi nasali (questo impedisce ai raggi ultravioletti di entrare negli occhi e in altre parti del corpo). Ha azione antibatterica e immunostimolante.
  • Ozono terapia L'applicazione dell'ozono (la forma attiva dell'ossigeno) alle membrane mucose del rinofaringe ha effetti antibatterici e antimicotici, stimola l'immunità locale e migliora i processi metabolici nei tessuti.
  • Laser terapia L'esposizione al laser porta ad un aumento della temperatura della membrana mucosa del rinofaringe, all'espansione del sangue e dei vasi linfatici e al miglioramento della microcircolazione. Inoltre, la radiazione laser è dannosa per molte forme di microrganismi patogeni.

Ginnastica respiratoria con adenoidi

La ginnastica respiratoria comporta l'esecuzione di determinati esercizi fisici, insieme alla respirazione simultanea secondo uno schema speciale. Vale la pena notare che gli esercizi di respirazione sono mostrati non solo per scopi medicinali, ma anche per ripristinare la normale respirazione nasale dopo la rimozione delle adenoidi. Il fatto è che con la progressione della malattia, il bambino può solo respirare attraverso la sua bocca per lungo tempo, quindi "dimenticando" come respirare correttamente attraverso il naso. L'esecuzione attiva di una serie di esercizi aiuta a ripristinare la normale respirazione nasale in questi bambini entro 2 o 3 settimane.

Quando gli esercizi di respirazione con adenoidi contribuiscono a:

  • ridurre la gravità dei processi infiammatori e allergici;
  • riducendo la quantità di muco secreto;
  • diminuire la gravità della tosse;
  • normalizzazione della respirazione nasale;
  • miglioramento della microcircolazione e dei processi metabolici nella membrana mucosa del rinofaringe.
La ginnastica respiratoria include la seguente serie di esercizi:
  • 1 esercizio. In posizione eretta dovrebbero essere fatti 4-5 respiri attivi e nitidi attraverso il naso, dopo ognuno dei quali deve essere seguito un espirazione passiva (per 3-5 secondi) passiva attraverso la bocca.
  • 2 esercizio. Posizione di partenza - in piedi, gambe unite. All'inizio dell'esercizio, dovresti inclinare lentamente il busto in avanti, cercando di raggiungere il pavimento con le mani. Alla fine del pendio (quando le mani quasi toccano il pavimento) è necessario fare un profondo respiro profondo attraverso il naso. Espirare dovrebbe essere eseguito lentamente, contemporaneamente al ritorno alla sua posizione originale.
  • 3 esercizio. Posizione di partenza - in piedi, piedi alla larghezza delle spalle. L'esercizio dovrebbe iniziare con uno squat lento, al termine del quale dovresti fare un respiro profondo e acuto. L'espirazione viene eseguita anche lentamente, senza problemi, attraverso la bocca.
  • 4 esercizio. In piedi sulle tue gambe, devi girare la testa alternativamente a destra e sinistra, quindi inclinarla avanti e indietro, mentre alla fine di ogni turno e inclinazione eseguire un forte respiro attraverso il naso, seguito da un'espirazione passiva con la bocca.
Ogni esercizio deve essere ripetuto 4 - 8 volte e l'intero complesso deve essere eseguito due volte al giorno (al mattino e alla sera, ma non più tardi di un'ora prima di andare a dormire). Se durante l'esercizio il bambino inizia a provare mal di testa o vertigini, l'intensità e la durata dell'attività devono essere ridotte. L'insorgenza di questi sintomi può essere spiegata dal fatto che una respirazione troppo frequente porta ad una maggiore eliminazione dell'anidride carbonica (un sottoprodotto della respirazione cellulare) dal sangue. Ciò porta a un restringimento riflesso dei vasi sanguigni e alla mancanza di ossigeno a livello del cervello.

Trattamento di rimedi popolari adenoidi a casa

La medicina tradizionale ha una vasta gamma di farmaci che possono eliminare i sintomi delle adenoidi e accelerare il recupero del paziente. Tuttavia, è importante ricordare che un trattamento inadeguato e ritardato delle adenoidi può portare a una serie di gravi complicanze, quindi è necessario consultare il proprio medico prima di iniziare l'autotrattamento.

Per il trattamento delle adenoidi può essere usato:

  • Estratto acquoso di propoli. In 500 ml di acqua, aggiungere 50 grammi di propoli frantumata e incubare a bagnomaria per un'ora. Filtrare e prendere per via orale mezzo cucchiaino 3-4 volte al giorno. Ha effetti antinfiammatori, antimicrobici e antivirali, oltre a rafforzare il sistema immunitario.
  • Succo di aloe Per uso locale, 1 - 2 gocce di succo di aloe dovrebbero essere instillate in ogni passaggio nasale 2 - 3 volte al giorno. Ha un effetto antibatterico e astringente.
  • Raccolta dalla corteccia di quercia, iperico e menta. Per la preparazione della raccolta è necessario mescolare 2 cucchiai interi di corteccia di quercia tritata, 1 cucchiaio di erba di San Giovanni e 1 cucchiaio di menta piperita. Versare la miscela risultante con 1 litro d'acqua, portare ad ebollizione e far bollire per 4-5 minuti. Raffreddare a temperatura ambiente per 3 o 4 ore, filtrare e seppellire 2 o 3 gocce della raccolta in ogni ciclo nasale del bambino al mattino e alla sera. Ha effetti astringenti e antimicrobici.
  • Olio di olivello spinoso. Ha un'azione antinfiammatoria, immunostimolante e antibatterica. Dovrebbe essere applicato due volte al giorno, seppellendo 2 gocce in ogni passaggio nasale.

Adenoidi nei bambini: cause, sintomi e trattamento

Ipertrofia e infiammazione delle tonsille faringee sono una causa comune di un appello a un otorinolaringoiatra pediatrico. Secondo le statistiche, questa malattia rappresenta circa il 50% di tutte le malattie del tratto respiratorio superiore nei bambini in età prescolare e primaria. A seconda del grado di gravità, può portare a difficoltà o addirittura la completa assenza di respirazione nasale in un bambino, frequenti infiammazioni dell'orecchio medio, perdita dell'udito e altre gravi conseguenze. Per il trattamento delle adenoidi si applicano metodi medici, chirurgici e fisioterapici.

Tonsilla faringea e le sue funzioni

Le tonsille sono gruppi di tessuto linfoide, localizzati nel rinofaringe e nella cavità orale. Nel corpo umano ce ne sono 6: accoppiati - palatali e tubali (2 pz.), Disgiunti - linguali e faringei. Insieme ai granuli linfoidi e ai rulli laterali sul retro della faringe, formano un anello faringeo linfatico che circonda l'ingresso delle vie respiratorie e digestive. La tonsilla faringea, la cui proliferazione patologica è chiamata adenoidi, è attaccata alla parte posteriore del rinofaringe dalla base all'uscita della cavità nasale nella cavità orale. A differenza delle tonsille palatine, non è possibile vederlo senza attrezzature speciali.

Le tonsille fanno parte del sistema immunitario, svolgono una funzione barriera, impedendo un'ulteriore penetrazione di agenti patogeni nel corpo. Formano linfociti - cellule responsabili dell'immunità umorale e cellulare.

Nei neonati e nei bambini nei primi mesi di vita, le tonsille sono sottosviluppate e non funzionano correttamente. Successivamente, sotto l'influenza di attaccare costantemente un piccolo organismo di batteri patogeni, virus e tossine, inizia lo sviluppo attivo di tutte le strutture dell'anello faringeo linfatico. Allo stesso tempo, la tonsilla faringea si forma più attivamente di altre, grazie alla sua posizione all'inizio del tratto respiratorio, nella zona del primo contatto dell'organismo con gli antigeni. Le pieghe della sua mucosa si addensano, si allungano, assumono la forma di rulli separati da solchi. Raggiunge lo sviluppo completo di 2-3 anni.

Mentre le forme del sistema immunitario e gli anticorpi si accumulano dopo 9-10 anni, l'anello linfatico faringeo subisce una regressione irregolare. La dimensione delle tonsille è significativamente ridotta, le tonsille faringee sono spesso completamente atrofizzate e la loro funzione protettiva va ai recettori delle mucose delle vie respiratorie.

Cause di adenoidi

La crescita delle adenoidi si verifica gradualmente. La causa più comune di questo fenomeno sono le frequenti malattie del tratto respiratorio superiore (rinite, sinusite, faringite, laringite, angina, sinusite e altre). Ogni contatto del corpo con l'infezione si verifica con la partecipazione attiva della tonsilla faringea, che aumenta leggermente di dimensioni. Dopo il recupero, quando l'infiammazione scompare, ritorna al suo stato originale. Se durante questo periodo (2-3 settimane) il bambino si ammala di nuovo, quindi, non avendo il tempo di tornare alla dimensione originale, l'amigdala aumenta di nuovo, ma di più. Ciò porta ad un'infiammazione persistente e ad un aumento del tessuto linfoide.

Oltre alle frequenti malattie acute e croniche del tratto respiratorio superiore, i seguenti fattori contribuiscono alla comparsa di adenoidi:

  • predisposizione genetica;
  • malattie infettive infantili (morbillo, rosolia, scarlattina, influenza, difterite, pertosse);
  • gravidanze gravi e parto (infezioni virali nel primo trimestre, che portano ad anomalie nello sviluppo degli organi interni del feto, assunzione di antibiotici e altri farmaci dannosi, ipossia fetale, lesioni alla nascita);
  • nutrizione scorretta e sovralimentazione del bambino (eccesso di caramelle, consumo di cibo con conservanti, stabilizzanti, coloranti, aromi);
  • suscettibilità alle allergie;
  • immunità indebolita sullo sfondo delle infezioni croniche;
  • ambiente sfavorevole (gas, polvere, prodotti chimici domestici, aria secca).

A rischio di adenoidi sono bambini dai 3 ai 7 anni, che frequentano gruppi di bambini e che hanno un costante contatto con varie infezioni. In un bambino piccolo, le vie aeree sono piuttosto strette e, in caso di gonfiore o crescita ancora minore della tonsilla faringea, possono completamente sovrapporsi e rendere difficile o impossibile respirare attraverso il naso. Nei bambini più grandi, la frequenza di insorgenza di questa malattia è nettamente ridotta, perché dopo 7 anni le tonsille iniziano già a atrofizzarsi e, al contrario, aumenta la dimensione del rinofaringe. Le adenoidi già in misura minore interferiscono con la respirazione e causano disagio.

Gradi di adenoidi

A seconda delle dimensioni delle adenoidi, ci sono tre gradi della malattia:

  • Grado 1 - le adenoidi sono piccole, coprono la parte superiore del rinofaringe di non più di un terzo, i problemi di respirazione nasale nei bambini si verificano solo di notte con il corpo in posizione orizzontale;
  • 2 gradi - un aumento significativo della tonsilla faringea, sovrapposizione del lume del rinofaringe di circa la metà, la respirazione nasale nei bambini è difficile sia durante il giorno che durante la notte;
  • Grado 3 - le adenoidi occupano quasi tutto il lume del rinofaringe, il bambino è costretto a respirare attraverso la bocca tutto il giorno.

Sintomi di adenoidi

Il segno più importante e ovvio con cui i genitori possono sospettare l'adenoide nei bambini è la regolare respirazione nasale e la congestione nasale in assenza di qualsiasi scarica da esso. Per confermare la diagnosi dovrebbe mostrare il bambino otorinolaringoiatra.

I sintomi caratteristici delle adenoidi nei bambini sono:

  • disturbo del sonno, il bambino dorme debolmente con la bocca aperta, si sveglia, può piangere in un sogno;
  • russare, fiutare, trattenere il respiro e soffocare attacchi nel sonno;
  • bocca secca e tosse secca al mattino;
  • cambiamento di timbro vocale, discorso nasale;
  • mal di testa;
  • rinite frequente, faringite, tonsillite;
  • diminuzione dell'appetito;
  • perdita dell'udito, mal d'orecchi, otite frequente a causa della sovrapposizione del canale che collega il rinofaringe e la cavità dell'orecchio;
  • letargia, affaticamento, irritabilità, malumore.

Sullo sfondo delle adenoidi, i bambini sviluppano una complicazione come l'adenoidite o l'infiammazione di una tonsilla faringea ipertrofica, che può essere acuta o cronica. Nel decorso acuto, è accompagnato da febbre, dolore e sensazione di bruciore nel rinofaringe, debolezza, congestione nasale, naso che cola, scarico mucopurulento, aumento dei linfonodi vicino.

Metodi per la diagnosi di adenoidi

Se sospetti di adenoidi nei bambini, devi contattare l'ENT. La diagnosi della malattia include l'anamnesi e l'esame strumentale. I seguenti metodi sono utilizzati per valutare il grado di adenoidi, la condizione della mucosa, la presenza o l'assenza del processo infiammatorio: faringoscopia, rinoscopia anteriore e posteriore, endoscopia, radiografia.

La faringoscopia consiste nell'esaminare la cavità della faringe, la cavità faringea e le ghiandole che, nelle adenoidi dei bambini, sono a volte anche ipertrofiche.

Con la rinoscopia anteriore, il medico esamina attentamente i passaggi nasali, estendendoli con uno speciale specchio nasale. Per analizzare la condizione delle adenoidi con questo metodo, al bambino viene chiesto di ingoiare o pronunciare la parola "lampada", mentre il palato molle si restringe, facendo oscillare le adenoidi.

La rinoscopia posteriore è un esame del rinofaringe e delle adenoidi attraverso l'orofaringe con l'aiuto di uno specchio rinofaringeo. Il metodo è altamente informativo, consente di valutare le dimensioni e le condizioni delle adenoidi, ma nei bambini può causare un riflesso emetico e sensazioni piuttosto spiacevoli, che impediscono l'esame.

Lo studio più moderno e informativo sulle adenoidi è l'endoscopia. Uno dei suoi vantaggi è la visualizzazione: consente ai genitori di vedere le adenoidi dei loro bambini sullo schermo. Durante l'endoscopia, il grado di vegetazioni adenoide e la sovrapposizione dei passaggi nasali e dei tubi uditivi, viene stabilita la ragione del loro aumento, la presenza di edema, pus, muco, lo stato degli organi adiacenti. La procedura viene eseguita in anestesia locale, in quanto il medico deve inserire nel passaggio nasale un tubo lungo con uno spessore di 2-4 mm con una fotocamera all'estremità, che provoca sensazioni spiacevoli e dolorose nel bambino.

La radiografia, così come l'esame digitale, attualmente non è praticamente utilizzata per la diagnosi di adenoidi. È dannoso per il corpo, non dà un'idea del motivo per cui la tonsilla faringea viene ingrandita e può causare un'errata impostazione del grado di ipertrofia. Il pus o il muco accumulato sulla superficie delle adenoidi apparirà esattamente come le adenoidi stesse nella foto, il che aumenta erroneamente le loro dimensioni.

Quando rileva la perdita dell'udito nei bambini e le otiti frequenti, il medico esamina la cavità dell'orecchio e la invia all'audiogramma.

Per una valutazione reale del grado di adenoidi, la diagnosi deve essere effettuata durante il periodo in cui il bambino è in buona salute o ha superato non meno di 2-3 settimane dal momento del recupero dall'ultima malattia precedente (raffreddore, ARVI, ecc.).

trattamento

La tattica del trattamento delle adenoidi nei bambini è determinata dal loro grado, dalla gravità dei sintomi, dallo sviluppo delle complicanze nel bambino. Possono essere usati farmaci e fisioterapia o chirurgia (adenotomi).

Trattamento farmacologico

Il trattamento di adenoidi con farmaci è efficace per il primo, meno spesso - il secondo grado di adenoidi, quando le loro dimensioni non sono troppo grandi, e non ci sono disturbi pronunciati della respirazione nasale libera. Nel terzo grado, viene eseguito solo se il bambino ha controindicazioni per la rimozione chirurgica delle adenoidi.

La terapia farmacologica ha lo scopo di alleviare l'infiammazione, il gonfiore, l'eliminazione del comune raffreddore, la pulizia della cavità nasale, il rafforzamento del sistema immunitario. I seguenti gruppi di farmaci sono usati per questo:

  • gocce di vasocostrittore (galazolina, farmazolin, naftotz, rinazolin, sanorin e altri);
  • antistaminici (diazolin, suprastin, loratadine, erius, zyrtec, phenistil);
  • spray nasali ormonali antinfiammatori (flix, nasonex);
  • antisettici locali, gocce nasali (protargol, collagene, albutsid);
  • soluzioni saline per la pulizia del moccio e l'inumidimento della cavità nasale (acquamarina, marimer, quix, humer, nazomarin);
  • significa rafforzare il corpo (vitamine, immunostimolanti).

Un aumento della tonsilla faringea in alcuni bambini non è causato dalla sua crescita, ma da un edema causato da una reazione allergica del corpo in risposta ad alcuni allergeni. Quindi, per ripristinare le sue dimensioni normali, è necessario solo l'uso locale e sistemico di antistaminici.

A volte i medici possono prescrivere farmaci omeopatici per il trattamento delle adenoidi. Nella maggior parte dei casi, la loro ricezione è efficace solo con un uso prolungato nella prima fase della malattia e come misura preventiva. Con il secondo e specialmente il terzo grado di adenoidi, di solito non portano alcun risultato. Quando adenoidi vengono solitamente prescritti farmaci a base di granuli "JOB-Kid" e "Adenosan" oil "Tuya-GF", spray nasale "Euphorbium Compositum".

Rimedi popolari

I rimedi popolari per le adenoidi possono essere utilizzati solo dopo aver consultato un medico nelle fasi iniziali della malattia, non accompagnati da complicanze. Il più efficace di questi è il lavaggio della cavità nasale con una soluzione di sale marino o decotti a base di erbe di corteccia di quercia, fiori di camomilla e calendula, foglie di eucalipto, che hanno un'azione antinfiammatoria, antisettica e astringente.

Quando si usano le erbe, si dovrebbe tenere presente che possono provocare una reazione allergica nei bambini, il che aggraverà ulteriormente il decorso della malattia.

fisioterapia

La terapia fisica per adenoidi viene utilizzata in combinazione con trattamenti medici per aumentarne l'efficacia.

Molto spesso, ai bambini viene prescritta una terapia laser. Un corso standard di trattamento consiste in 10 sessioni. 3 corsi sono raccomandati all'anno. La radiazione laser a bassa intensità aiuta a ridurre il gonfiore e l'infiammazione, a normalizzare la respirazione nasale e ha un effetto antibatterico. Allo stesso tempo, si estende non solo alle adenoidi, ma anche ai tessuti che le circondano.

Oltre alla terapia laser, la radiazione ultravioletta e l'UHF possono essere applicate all'area nasale, all'ozono terapia e all'elettroforesi con farmaci.

Anche per i bambini con adenoidi sono esercizi utili ginnastica respiratoria, cure termali, climatoterapia, riposo in mare.

Video: trattamento di adenoidite con rimedi casalinghi

adenotomy

La rimozione delle adenoidi è il trattamento più efficace per l'ipertrofia di terzo grado della tonsilla faringea, quando la qualità della vita del bambino si deteriora in modo significativo a causa dell'assenza di respirazione nasale. L'operazione è effettuata rigorosamente secondo indizi in modo progettato sotto anestesia nelle condizioni di un ospedale di ricovero del reparto ORL dell'ospedale da bambini. Non ci vuole molto tempo e, in assenza di complicanze postoperatorie, il bambino può tornare a casa lo stesso giorno.

Le indicazioni per l'adenotomia sono:

  • l'inefficacia della terapia farmacologica a lungo termine;
  • infiammazione delle adenoidi fino a 4 volte l'anno;
  • l'assenza o la difficoltà significativa della respirazione nasale;
  • infiammazione ricorrente dell'orecchio medio;
  • deficit uditivo;
  • sinusite cronica;
  • smettere di respirare durante la notte;
  • deformazione dello scheletro del viso e del torace.

L'adenotomia è controindicata se il bambino ha:

  • anomalie congenite del palato duro e morbido;
  • aumento della tendenza a sanguinare;
  • disturbi del sangue;
  • grave malattia cardiovascolare;
  • processo infiammatorio nelle adenoidi.

L'operazione non viene eseguita durante il periodo di epidemie influenzali e entro un mese dalla vaccinazione programmata.

Oggigiorno, a causa della comparsa di adenomi- mia a breve durata per anestesia generale, i bambini sono quasi sempre in anestesia generale, evitando così il trauma psicologico che un bambino riceve quando esegue la procedura in anestesia locale.

La moderna tecnica di rimozione adenoide endoscopica è a basso impatto, ha un minimo di complicazioni, consente al bambino di tornare a uno stile di vita normale per un breve periodo, riduce al minimo la probabilità di recidiva. Per prevenire complicazioni nel periodo postoperatorio, è necessario:

  1. Assumere farmaci prescritti da un medico (vasocostrittori e gocce nasali astringenti, antipiretici e analgesici).
  2. Limita l'attività fisica per due settimane.
  3. Non mangiare la consistenza solida del cibo caldo.
  4. Non fare il bagno per 3-4 giorni.
  5. Evitare l'esposizione al sole.
  6. Non visitare luoghi affollati e gruppi di bambini.

Video: come viene eseguita l'adenotomia

Complicazioni adenoide

In assenza di trattamento tempestivo e adeguato, le adenoidi in un bambino, in particolare 2 e 3 gradi, portano allo sviluppo di complicanze. Tra questi ci sono:

  • malattie infiammatorie croniche delle prime vie respiratorie;
  • aumento del rischio di infezioni respiratorie acute;
  • deformità dello scheletro maxillo-facciale ("faccia adenoidea");
  • deficit uditivo causato dalle adenoidi che bloccano l'apertura del tubo uditivo nel naso e la ventilazione insufficiente nell'orecchio medio;
  • sviluppo anormale del torace;
  • frequente otite media catarrale e purulenta;
  • disturbi del linguaggio.

Le adenoidi possono causare un ritardo nello sviluppo mentale e fisico a causa di insufficiente apporto di ossigeno al cervello a causa di problemi respiratori nasali.

prevenzione

La prevenzione delle adenoidi è particolarmente importante per i bambini che sono inclini alle allergie o che hanno una predisposizione ereditaria al verificarsi di questa malattia. Secondo il pediatra E. O. Komarovsky, al fine di prevenire l'ipertrofia delle tonsille faringee, è molto importante dare al bambino il tempo di recuperare le sue dimensioni dopo infezioni respiratorie acute. Per fare questo, dopo la scomparsa dei sintomi della malattia e il miglioramento del benessere del bambino, non dovresti essere portato all'asilo il giorno dopo, ma dovresti sederti a casa per almeno una settimana e camminare attivamente fuori durante questo periodo.

Le misure per prevenire le adenoidi includono gli sport che promuovono lo sviluppo del sistema respiratorio (nuoto, tennis, atletica), le passeggiate quotidiane, mantenendo un livello ottimale di temperatura e umidità nell'appartamento. È importante mangiare cibi ricchi di vitamine e microelementi.